In una tiepida giornata di inizio novembre abbiamo partecipato alla giornata dedicata al mondo SEO promossa dal team di Seozoom, la suite italiana più completa presente sul mercato.

4 interventi su 4 temi cardine della SEO: Keyword Research, Seo Audit, Link Building e Content strategy, riassunti in pillole fondamentali .

Keyword Research

  1. Non serve ripetere la keyword più volte nel testo;
  2. Meglio traffico mirato che di quantità —> traffico qualificato;
  3. Concentrarci sulla search intent più che sulla keyword specifica;
  4. Google indicizza ed elabora le info per fornire all’utente un contenuto utile: utile non vuole dire solo pertinente, ma deve cogliere le sfumature. —> pertinente in base al contesto;
  5. Negli anni si è passati da microcontenuti a contenuti di almeno 1500 parole. Ora bisogna pensare a contenuti focalizzati con risposte utili in base alla ricerca;
  6. In casi di E-commerce non provare a di posizionarsi con contenuti informativi, ma concentrarsi sul prodotto;
  7. Non emulare i grandi portali, ma raccontare la propria unicità e il proprio contenuto utile.
  8. Google sta iniziando a “leggere” le immagini, quindi inserire una frase all’interno può portare traffico.

Seo Audit

Quali sono le cause del fallimento di un sito in vista SEO?

  1. cattiva strutturazione;
  2. carenza contenuti;
  3. mancanza strategia;
  4. mancanza di link.
  5. il lazy loading potrebbe indurre Google a non vedere tutti i contenuti, quindi verificare che siano visibili.

Google parte a leggere dalla home per poi scendere… quindi se sta lontano per lui ha meno importanza.

Errori comuni:

  1. sito con www e senza;
  2. http e https;
  3. slash finale e no;
  4. Non usare tag! sfruttiamo link interni e correlati, ma da non delegare a strumenti automatici;
  5. Concentrare tutto sulla versione Desktop, oramai Google fa mobile first.

Link Building e Content Strategy

Anche nel 2019 il link building resta uno dei fattore principale di ranking.

  1. funziona!
  2. non è rapida e serve continuità;
  3. è contro Google: di per se è una tecnica che Google non approva.

Realizzazione contenuti dietro c’è sempre una persona, quindi pensare che siamo noi i lettori e non a come ragiona Google; i contenuti vanno inseriti in una strategia e non scrivere senza logica. —> piano editoriale.

Esistono argomenti evergreen e argomenti di tendenza.

Gli evergreen sono le basi sul quale costruire ranking. (es guide, tutorial ecc…)

6 passi di strategia:

  1. keyword research (meglio le long tail);
  2. ottimizzazione keyword: creare qualcosa che possa soddisfare quello che l’utente cerca;
  3. focus del contenuto: Google ci compara con quelli che hanno già trattato l’argomento.  —> guardare le serp con la parola chiave (commerciale? informativo? Quanto lunghi gli articoli ecc…);
  4. ricerca delle fonti: cercare dati statistiche citazioni verificate da un valore anche a google indicando che la notizia non è falsa.;
  5. organizzazione contenuto;
  6. revisione del contenuto: rivedere l’articolo aggiornando la notizia, inserendo nuove keyword, diminuire il gap con i competitor.

Non esistono linee guida universale perché google interpreta le keyword singolarmente.

Seo stagionale

  1. rivedere anche le voci del menù per collegare prima quelli del periodo giusto;
  2. prendere le keyword da migliorare per i prossimi mesi;
  3. modifica gestione correlati (non automatici);
  4. modifica data indirizzo (non abusare).

Potatura (più rischiosa)

  1. pagine che non rendono bene;
  2. notizie vecchie che non hanno ragione di esistere;
  3. tag;
  4. notizie vecchie più di 2 anni;
  5. eliminare pagine immagine!
  6. post simili fare un post unico e 301;
  7. prodotti di ecommerce che non vendono/out of stock.

Bisogna osare!

Conclusioni

Abbiamo deciso di riassumere la giornata in semplici pillole, che chiaramente non possono rappresentare tutto quello che si è spiegato durante un’intensa giornata di formazione tenuta dai migliori professionisti del settore.

Riteniamo però che possa essere di spunto per approfondire gli argomenti o iniziare ad apprendere le potenzialità e le complessità del mondo SEO.